Muvin: il Museo del Vino di Verona

Entro il 2025 la città di Romeo e Giulietta avrà il suo museo.

2.185

Nel giro di tre anni, Verona avrà il suo Museo del vino presso le Gallerie Mercatali. Un luogo di cultura e divulgazione che consentirà ai visitatori di vivere percorsi e spazi esperienziali, con focus sulle eccellenze dei vitigni italiani e internazionali, sui cambiamenti climatici, sui processi di trasformazione dell’uva in vino.

Avrà una veste internazionale, sarà un museo 4.0, connesso tramite il Ministero del Turismo. L’area individuata è pari a 19mila metri quadrati, di cui 5mila destinati al museo del territorio, con una particolare attenzione al consumo del suolo (pari a zero), dal momento che si recupererà un edificio già esistente che risale agli anni Cinquanta. Previsti oltre 1000 posti auto area parcheggio.

“Il Veneto è la prima regione d’Italia per produzione di vino e Verona detiene lo stesso primato rispetto a tutte le altre province d’Italia”, ha ricordato il consigliere regionale del Veneto, Enrico Corsi, promotore dell’iniziativa. La Regione Veneto ha varato nel 2019 la legge per l’istituzione degli eco-musei del vino. “La vera innovazione” ha dichiarato Massimo Garavaglia (ministro del Turismo) “è che, con il Muvin, Verona diventerà un hub per tutto il Paese e in particolare per il settore dell’enoturismo italiano. È un progetto che ha le gambe per correre e che sposiamo ben volentieri al 100%”.